Announcement

Collapse
No announcement yet.

Temporaneo e' Random

Collapse
X
  • Filter
  • Time
  • Show
Clear All
new posts

  • Temporaneo e' Random

    Aarrrgghhh!!! Ma porkacciatroiamignottaladrafetidaetraditrice!!! ... anf anf... ok, lasciatemi il tempo di ripulirmi dalla bava verde che mi cola copiosa dalla bocca e spiego il motivo della mia leggerissima incazzatura quotidiana.

    Tanto tempo fa, c'erano delle ditte specializzate nella creazione, gestione e manutenzione dei siti uebbe. Questa gente impiegava programmatori, tecnici, esperti di networking e chi piu' ne ha piu' ne metta per produrre i sitti uebbe' e mantenerli in funzione. Il che significa che chi faceva il software doveva anche avere una buona idea di come il tutto era organizzato dal punto di vista fisico, come funzionavano cose come il DNS et similia, che se non lo sapevi prima o poi facevi una cazzata e ti ritrovavi con uno degli 'admin' (ntwork/sys/database o chi per esso) alla tua porta con una mazza da golf in mano e lo sguardo incazzato... Poi qualcuno si rese conto che non serviva tutto quel casino, ci si poteva concentrare solo sulla produzione del sito stesso e lasciare fare il lavoro sporco a qualcun altro. Cosi' ci fu il grande Scisma: chi faceva il software e chi faceva l'hosting. Li' cominciarono i primi problemi perche' chi disegnava il software poteva anche fregarsene di cose come il DNS o le redirect mentre gli admin avevano difficolta' ad entrare nel palazzo dei softweristi con oggetti contundenti in mano senza allertare la security.

    Poi vi fu' il passo successivo: che ca$$o te ne fai dell'hosting? Lo dai ad una ditta specializzata... la divisione dei pani e dei pesci puo' continuare quasi all'infinito, finche' si arriva alla situazione quotidiana dove abbiamo chi scrive il software che sostanzialmente ignora bellamente qualsiasi cosa non gli competa, il che e' praticamente tutto, chi si occupa del networking non ha idea di che cosa abbia generato i pacchetti che dovrebbero essere portati a destinazione, chi gestisce il DNS non sa come sono organizzati i domini che devono gestire, chi fa hosting si limita a trattare le macchine come dei pezzi di ferro che devono solo avere corrente elettrica ed aria fresca e cosi' via... Il che va bene finche' qualche cosa non va male. Ergo: finche' qualcuno non ha la richiesta sbagliata al momento sbagliato. Oggi per esempio.

    Allora, $dittadiCL ha una pletora di servers sui quali 'ospitano' una serie di siti uebbe, la ditta altro non fa che 'rivendere' il servizio di hosting. Loro hanno i server (lo spazio LOGICO), qualcun altro gli scrive il software (dove "scrivere" = "ricopia alla meglio il software gia' scritto da altri e cambia il nome in cima"), e poi qualcun altro dovrebbe legare insieme tutto questo casino per produrre qualche cosa che (in teoria) funziona. Ora, il grosso guaio e' che questa gente cerca di vendere i loro "servizi" senza avere una minima idea di come il tutto funziona.

    Adesso questo branco di imbecilli ha beccato l'ennesimo s/pollo da spennare/cliente, per il quale devono mettere in piedi un sito (o 3, non e' chiara la cosa). Il povero idiota (quello che paga intendo) ha chiesto di poter vedere il sito in sviluppo. Ha dimostrato una conoscenza spettacolare chiedendo a noi cosa farne del DVD che $dittadiCL gli ha spedito (sorvolo sul mio commento di usarlo come sottotazza per non macchiare il tavolo), cosi' CL di $dittadiCL mi ha chiamato perche' "lui di quelle robe li' non se ne intende"...

    Devo supporre che quello fosse il giorno in cui CL aveva da stare a casa con il figliolo, o forse e' sempre quel giorno, comunquesia, immaginate che la conversazione di cui sotto sia interrotta approssimativamente ogni 5 secondi da urla, strepiti e richieste imperterrite di attenzione e piu' o meno ci siete. Ovviamente CL ha dimostrato la sua intelligenza insistendo nell'usare il viva-voce.

    CL - ...quindi noi vorremmo mettere un sito fatto cosi'.
    IO - Vabbe', ci sono almeno 3 server nel vostro pool che possono gestirlo, non vedo nessun problema.
    CL - Ottimo, allora quale e' il link?
    IO - ...il link a che?
    CL - Il link. Quello che devo schiacciare.
    IO - ... a che roba scusi?
    CL - Per avere il link no?
    IO - Hummm... non ho capito bene, che link per cosa?
    CL - Per vedere il sito.
    IO - Ma il sito non c'e' ancora, prima sara' opportuno crearlo, cosa per quale voi dovrete darci il contenuto.
    CL - Si ma il nostro cliente vuole vedere il sito prima.
    IO - Prima di crearlo?
    CL - Si', mi serve il link.
    IO - Vabbe', come volete chiamarlo questo sito?
    CL - Ah non lo so.
    IO - Hummm... come vuole chiamarlo il vostro cliente allora?
    CL - Non lo so, a me serve di dargli il link entro oggi cosi' cominciano a vedere le cose.
    IO - In tal caso la cosa migliore e' domandare a loro come vogliono chiamarlo cosi' possiamo impostare il DNS ed il Virtual host in modo corretto.
    CL - E come sarebbe il link?

    Qui mi interrompo per bestemmiare liberamente

    IO - Sarebbe opportuno che lo chiedeste al vostro cliente, cosi' loro possono decidere come chiamarlo.

    Ripetete tutta la conversazione di cui sopra per un po' di volte. Passa un po' di tempo. Poi il CL ritorna alla carica.

    CL - Ho contattato il cliente e dicono che quel sito e' riferito ad una loro campagna pubblicitaria.
    IO - Ottimo.
    CL - Quindi hanno bisogno del link per passarlo al loro reparto di marketing.
    IO - Ottimo.
    CL - Allora che link e'?

    Mortacci ladri del link...

    IO - Ma non hanno deciso come chiamarlo?
    CL - No. Dovete pensarci voi.
    IO - Ma non e' una campagna pubblicitaria?
    CL - Si, ma loro vogliono un linka anche temporaneo per provare le cose, poi lo cambieranno dopo.
    IO - E non possono creare il dominio adesso cosi' non devono farlo dopo?
    CL - No mi serve un link. Anche temporaneo.
    IO - Un link... Cioe' io devo inventarmi un URL cosi' poi voi potete cambiarlo?
    CL - No mi serve un link che io posso dare al cliente cosi' loro possono guardarlo.

    Notare che in tutto questo non mi hanno ancora dato uno straccio di file index.html da mettere su questa merda di 'link' eh...

    IO - Ah, ok...

    Attiva il generatore random di password, lunghezza: 128 caratteri, contentu: solo caratteri, numeri trattino ed underscore.

    IO - Ok, allora il link e' neceFuc5ereKatru7adecHeFukucRefrechas4UYeBafru6res pupruphayephuhfePreswaChE5AHaNaTh7WrEcaTrazANe2EF5 aspuPrUcHU4E8uphAwR4pubayuGU.dittadicl.nl
    CL - ... come?
    IO - neceFuc5ereKatru7adecHeFukucRefrechas4UYeBafru6res pupruphayephuhfePreswaChE5AHaNaTh7WrEcaTrazANe2EF5 aspuPrUcHU4E8uphAwR4pubayuGU.dittadicl.nl
    CL - Ah.... ok....

    Non l'ho piu' sentito.

    Davide
    03/12/2012 08:00
Working...
X